Pubblicato in: fiori da portare sempre con te

Amare i fiori vuol dire amarsi

Benvenuto,

In questo terzo post voglio continuare a parlarti dei benefici delle piante sulla nostra pelle. Alcune delle piante di cui ti parlo oggi neanche io conoscevo le proprietà.

Le piante di oggi sono:

L’iris

Iris

Il nome deriva da Iris​ o​ Iride, la divina messaggera, figlia di​ Taumante e di Elettra, personificazione dell’arcobaleno che unisce il Cielo alla Terra. Era una fanciulla dai piedi veloci come il vento e con ali dipinte di tutti e sette i colori dell’arcobaleno; portava gli ordini celesti, in particolare quelli di Zeus e di Hera, agli altri dèi o agli uomini.

Proprietà cosmetiche del fiore: l’iris si trovano nell’acqua aromatica sia del fusto (rizomi) e dai fiori, può essere utilizzata da sola o come base per le creme. Il fusto o rizoma può resistere a lunghi periodi di siccità, in questo periodo immagazzina l’acqua e la ridona alla pianta.

L’iris aiuta cosi la pelle immagazzinare acqua, a trattenerla, soprattutto nelle pelli più secche e aride;​ favorisce i processi di autoregolazione cutanea.​ Facilita un​ equilibrato approvvigionamento di liquidi anche negli strati più profondi, stimolandone la risalita a quelli più esterni per una pelle più luminosa e levigata. Riporta delicata rugiada, morbida presenza, dona una pelle chiara e ammorbidita da un generale senso di​ rinascita e freschezza. Per questo Iris può regalare i suoi benefici a​ tutti i tipi di incarnato.

Il girasole

Girasole

Come di sicuro saprai l’olio di girasole è molto usato in cucina. È un buon alleato per la nostra pelle.

L’olio di Girasole è ricco acido linoleico e acido oleico, Omega 6 e Omega 3. Inoltre è ricchissimo di vitamina E. infatti, grazie alle sue​ proprietà antiossidanti, protegge i lipidi delle membrane cellulare dall’azione dei radicali liberi e rallenta il cosiddetto “foto-invecchiamento”

Come possiamo utilizzare l’olio di Girasole per la cura della nostra pelle?

L’olio di girasole, in virtù delle sue caratteristiche, è indicato per la pelle secca, screpolata e disidratata, ma in linea generale va bene per tutti i tipi di pelle. Inoltre è ideale per la cura dei capelli crespi e aridi. Come altri oli vegetali è molto versatile e può essere impiegato in vari modi, come ad esempio:
•​ Struccante viso e occhi:​ ne bastano poche gocce su un dischetto di ovatta inumidita per eliminare il trucco. Va benissimo soprattutto sugli occhi, poiché è in grado di sciogliere anche il make up più resistente.
​ Maschera idratante per il viso:​ in una ciotolina mettete 1 cucchiaio di miele liquido, qualche goccia di succo di limone e 1 cucchiaino di olio di girasole. Lasciate in posa per 15-20 minuti sul viso precedentemente deterso e sciacquate con acqua tiepida. Potete ripetere il trattamento 1 volta a settimana.
•​ Base idratante:​ diluite in una noce di gel di aloe vera qualche goccia di olio di girasole, amalgamate tra le mani e applicate sul viso pulito e asciutto. Prima di truccarvi attendete qualche minuto, in modo che la base si asciughi per bene.
•​ Maschera ristrutturante per i capelli:​ inumidite i capelli e distribuite 2 cucchiai di olio di girasole sulle lunghezze e le punte. Indossate una cuffietta trasparente e avvolgete con un asciugamano. Lasciate agire per 20 minuti e poi lavate con lo shampoo che usate abitualmente.

Accorgimenti
Ricordate di verificare, al momento dell’acquisto, che il metodo di estrazione sia quello della​ spremitura a freddo​ e che la coltivazione della pianta provenga da​ agricoltura biologica. In questo modo restano​ inalterate​ tutte l e​ proprietà naturali​ dell’olio.

Lavanda

Lavanda

La​ Lavanda​ o​ Lavandula angustifolia​ Miller​ è una pianta ampiamente diffusa in zone aride e sassose nell’area mediterranea. Per il suo ampio utilizzo in profumeria viene anche coltivata ed i campi di Lavanda nella zona mediterranea del sud della Francia. Il nome della pianta deriva dal latino “lavare”, in quanto​ gli antichi Romani utilizzavano la Lavanda nell’acqua del bagno.

La lavanda è impiegata nei cosmetici per il​ trattamento di pelli grasse o acneiche grazie all’olio essenziale che contiene l’acido ursolico Per il​ trattamento dell’acne​ è consigliato l’uso dell’idrolato di lavanda, che contiene una piccola quantità di olio essenziale derivante dalla distillazione; inoltre il suo impiego non va ad appesantire la pelle con sostanze di natura grassa e oleosa che potrebbero peggiorare l’eccessiva produzione di sebo cutaneo ​ esercitare un’azione istruttiva dei pori.

La lavanda ed in particolare l’olio essenziale è utilizzato anche per il​ trattamento della cellulite. I derivati attivi per questa problematica sono i fitoestrogeni, che hanno azione stimolante sulla circolazione e l’acido ursolico, con attività antinfiammatoria. L’azione stimolante sulla circolazione permette un miglior drenaggio dei tessuti; mentre l’azione antinfiammatoria permette di spegnere l’infiammazione tipica dei tessuti colpiti dalla cellulite.

La lavanda è utilizzata Per​ l’azione di rigenerante cutaneo e cicatrizzante​ attribuita all’acido ursolico, l’olio essenziale di lavanda è utilizzato nella formulazione dei cosmetici per alleviare il fastidio di lievi scottature solari; in questo caso è utilizzato per la sua​ azione lenitiva.
Per lo stesso motivo, i derivati della lavanda sono inseriti nei cosmetici​ dopobarba; dopo la rasatura della pelle può presentare piccoli tagli e in generale necessita di un’azione lenitiva per attenuare il rossore.

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici.

Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Per scrivere questo articolo ho raccolto le informazioni dalle seguenti fonti:

Olio di girasole, le proprietà cosmetiche:https://www.fioriblu.it/benessere-bellezza/cura-del-corpo/olio-di-girasole-le-proprieta-cosmetiche.htm

IRIS: USI E Proprietà: https://www.remediaerbe.it/it/approfondisci/articolo/iris-usi-e-propriet%C3%A0/

Iris o Iride: http://mitologiagreca.blogspot.com/2007/06/iris-o-iride.html

Lavanda in cosmetica: https://www.cristalfarma.com/it/community/ricette-e-bellezza-al-naturale/lavanda-in-cosmetica.html

LAVANDA OFFICINALIS L.: COMPOSIZIONE, PROPRIETÀ E UTILIZZO: https://www.biooilitalia.it/lavanda-composizione-proprieta-e-utilizzo-per-il-benessere-della-pelle#gref

Pubblicato in: Senza categoria

Vi racconto la mia esperienza al corso di make up

Questo è il primo post dopo le vacanze estive e voglio parlarti della mia esperienza al corso di make up che ho frequentato quest’estate.

Questo corso mi è comparso sponsorizzato su Facebook e quando l’ho visto sono subito andata sul sito di corsi make up online per sapere il costo e come fare per poterlo acquistare. Quando ho deciso di acquistarlo il corso era scontato a 950,00 €, mentre ora a prezzo intero costa 1500,00 €. Ho frequentato il corso da casa in modalità online con lezioni individuali in live con i docenti 2 volte a settimana. Sul sito c’è scritto che per affrontare il corso ti forniscono il kit didattico (che è incluso nel prezzo), così prima che iniziassi il corso mi è stato spedito il kit a casa. Il sito di corsi make up online collabora con la Beauty Fashion Accademy di Milano.

Appena ho letto che mi avrebbero fornito il kit ero elettrizzata perché ho pensato che mi sarebbe arrivata a casa una valigetta con tanti prodotti. Invece con mia grande sorpresa il kit contiene prodotti Multiuso (ad esempio la matita occhi può essere utilizzata anche per le sopracciglia).

kit dddattico

Durante il corso ho imparato molto sul make up, non solo, ho imparato molte altre cose che non conoscevo ad esempio come sfruttare il potenziale dei social, indicazioni su come usare il programma Photoshop, per quello che mi serve nel make up, ma tornando all’argomento principale del corso, ho imparato a truccare nel modo giusto il viso, gli occhi, le sopracciglia e le labbra e anche le diverse tipologie di make up (ad esempio il make up creativo, il make up con effetti speciali ecc). Ma la cosa più importate che ho imparato è che con pochi prodotti mixati nel modo giusto si possono ottenere tutti i prodotti di cui abbiamo bisogno.

Il mio Make up creativo

Questo corso è stato davvero una bellissima esperienza da cui ho imparato molto e ho arricchito il mio bagaglio di conoscenza, vorrei ringraziare tutti insegnanti per avermi supportato e insegnato molto.

Ti lascio qui sotto il mio video dove ti mostro il kit e il mio video del trucco creativo che ho realizzato nel periodo del corso come compito.

VIDEO: Vi parlo del corso di make up e vi mostro il kit

VIDEO: Make up creativo bruco e farfalla

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Una Marikuzza più green

Una Marikuzza più green

Benvenuto,

in questo post voglio parlarti di un argomento che mi sta molto a cuore, so che qui sul blog parlo di bellezza e di make up ma oggi voglio utilizzare questo spazio per sensibilizzarti su come possiamo aiutare il nostro pianeta.

Personalmente mi sono sempre chiesta cosa posso fare per aiutare il pianeta? Ho scoperto che ci sono molte cose che possiamo fare:

  1. Usare bottiglie di vetro per l’acqua: le bottiglie di vetro vuote si possono trovare al supermercato o nei negozi di casalinghi. Puoi riempirle con l’acqua del rubinetto o alla casetta dell’acqua (sono dei distributori d’acqua dove si possono riempire le bottiglie vuote).
  2. Usare le borracce: si possono trovare al supermercato o nei negozi di casalinghi sono una valida alternativa alle bottiglie di plastica.
  3. Usare piatti, bicchieri, posate compostabili: quando vai a fare un pic nic o una gita con pranzo al sacco puoi utilizzare i piatti, bicchieri e posate compostabili che si possono trovare al supermercato.
  4. Abbigliamento e accessori: esistono alcuni siti come: ricostruiamo il pianeta (braccialetti), Legend Bracelet (bracciletti), Mipacha (scarpe), Quadricuore (magliette). Se acquisti su questi siti che ti ho citato, hai la possibilità di piantare uno o più alberi. un’alternativa all’acquisto di abbigliamento e accessori nuovi è quella di acquistare abbigliamento ai mercatini dell’usato.ci sono mercatino dell’usato anche online come Greenchic.
  5. App e siti web: l’app si chiama Aworld, L’obiettivo dell’applicazione è di rendere la sostenibilità più semplice e accessibile a tutti. Questa app aiuta a misurare il nostro impatto di CO2 sul pianeta, si possono fare 2 cose molto carine la prima è: scegliere le azioni da fare tutti i giorni per ridurre il nostro impatto di CO2 e la seconda sono dei quiz ( si devono leggere degli articoli e rispondere alle domande). Il sito web si chiama Treedom ne avrai sentito parlare in tv è un sito dove puoi acquistare o regalare un albero e seguirlo durante la sua crescita.
  6. Esistono anche delle balls che si mettono in lavatrice e si utilizzano al posto del detersivo, si chiamano Ewballs, sono delle balls ecologiche e vegane, al loro interno ci sono delle biglie in bio-ceramica
Photo by Felix Mittermeier on Pexels.com

Questi sono solo alcuni consigli su ciò che possiamo fare per aiutare il nostro pianeta. Vi lascio qui sotto il mio video.

VIDEO: Una Marikuzza più green

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Esperimenti truccosi

Esperimento Truccoso come realizzare l’olio essenziale all’arancia

Benvenuto,

In questo post vorrei raccontarti un esperimento che io e mia sorella abbiamo fatto per realizzare un olio essenziale all’arancia.

OCCORRENTE

– Bucce d’arancia

– Olio di mandorle dolci 150 ml

– Olio d’oliva 200 ml

– Un contenitore ermetico vuoto

– Dei contenitori vuoti in vetro

– Garze sterili per filtrare                                                                                                             

-Una bilancia                                                                                                                                       

– Un imbuto

PROCEDIMENTO

Fai essiccare le bucce d’arancia sul calorifero o nel forno ( a 50 gradi per 3 o 4 ore), poi prendi il contenitore ermetico vuoto e inserisci le bucce d’arancia l’olio d’oliva e l’olio di mandorle, lascia riposare il composto per 2 mesi in un luogo buio, bisogna agitarlo ogni tanto. Trascorsi i 2 mesi riprendi il composto e in un contenitore in vetro vuoto, filtra il composto aiutandoti con un imbuto e delle garze sterili. Cosi avrai il tuo olio essenziale all’arancia fatto in casa. Conservalo in un luogo buio.

Ti lascio qui sotto il video del nostro esperimento

VIDEO : Esperimento Truccoso come realizzare l’olio essenziale all’arancia

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici.

Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Esperimenti truccosi

Esperimento Truccoso: Come realizzare l’olio essenziale al rosmarino

Benvenuto,

In questo post vorrei raccontarti un esperimento che io e mia sorella abbiamo fatto per realizzare un olio essenziale al rosmarino

OCCORRENTE

  • Un mazzetto di rosmarino fresco
  • Olio D’oliva 200 ml
  • Un sacchetto alimentare
  • Un mattarello
  • Una bilancia
  • Un contenitore ermetico
  • Un contenitore in vetro per la conservazione
  • Un imbuto
  • Un cucchiaio
  • Garze sterili per filtrare

PROCEDIMENTO

Prendi il rametto di rosmarino, togli tutti gli aghi e mettili nel sacchetto alimentare, chiudi il sacchetto e schiaccia gli aghi con il mattarello in modo tale da far uscire l’aroma. Successivamente mettili nel contenitore ermetico e aggiungici l’olio d’oliva e lascia riposare il composto per una settimana in un luogo buio. Trascorsa una settimana riprendi il composto e un contenitore in vetro vuoto, filtra il composto aiutandoti con un imbuto e delle garze sterili. Cosi avrai il tuo olio essenziale al rosmarino fatto in casa. Conservalo in un luogo buio.

Ti lascio qui sotto il video del nostro esperimento

VIDEO: Esperimento Truccoso: Come realizzare l’olio essenziale al rosmarino

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

Marikuzza

Pubblicato in: Esperimenti truccosi

Esperimento truccoso – come realizzare un tonico all’arancia

Benvenuto,

In questo post vorrei raccontarti un esperimento che io e mia sorella abbiamo fatto per realizzare un tonico all’arancia

OCCORRENTE

  • Bucce d’arancia
  • Aceto di Mele
  • Un contenitore ermetico vuoto
  • Acqua distillata
  • Dei contenitori vuoti                                                                                                                       
  • Garze sterili per filtrare                                                                                                             
  • Una bilancia

 PROCEDIMENTO Fai essiccare le bucce d’arancia sul calorifero o nel forno ( a 50 gradi per 3 o 4 ore), poi prendi il contenitore ermetico vuoto e inserisci le bucce d’arancia con l’aceto di mele, lascia riposare il composto per 10 giorni, una volta trascorsi i 10 giorni riprendi il composto e filtralo con delle garze sterili. Successivamente prendi un contenitore vuoto e inserisci 1/3 di composto e 2/3 di acqua distillata. Con questo procedimento avrai il tuo tonico fatto in casa.

CONSIGLIO:  Il tonico può essere conservato pochi giorni, ti consiglio di farne poco alla volta.

Ti lascio qui sotto il video del nostro esperimento

VIDEO: Esperimento truccoso – come realizzare un tonico all’arancia

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: recensioni

Recensione Mascara del brand Dolomia

Benvenuto.

Oggi volevo parlarti di un mascara che sto utilizzando da alcuni mesi, si tratta del mascara della dolomia. Questo prodotto è adatto a chi come me a gli occhi sensibili.

Pima di utilizzare il mascara della dolomia utilizzavo il mascara della Equi, ma siccome non riesco a reperirlo nelle mie vicinanze e  per via delle restrizioni dovute al Covid 19 non posso spostarmi, ho deciso  di provare il mascara delle Dolomia. Personalmente mi trovo molto bene con questo mascara, si asciuga abbastanza velocemente e non da fastidio agli occhi. Mi piace molto lo scovolino perché è molto fine.

I prodotti make up del brand dolomia si trovano in farmacia, non tutte le farmacie lo rivendono se vuoi trovare la farmacia più vicina a te ti basta andare sul sito della Dolomia, successivamente vai nella sezione “cerca la farmacia più vicino a te”  e inserisci il nome del tuo paese  cosi troverai la farmacia che rivende  il brand. Il costo del Mascara e di 14,90 €.

MASCARA

Ti lascio qui sotto il video con la mia recensione:

VIDEO: Recensione Mascara Dolomia

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici.

Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Libri di make up che ho letto

Una lettura interessante sui Cosmetici

Benvenuto,

Oggi volevo parlarti di un libro che ho appena finito di leggere, questo libro parla di cosmetici, se leggi abitualmente il mio blog saprai sicuramente che ho già fatto un post di questo genere parlando dei libri di Clio. Il libro che vorrei farti conoscere oggi s’intitola “ La scienza nascosta dei cosmetici” di Beatrice Mautino. Ho trovato questo libro in biblioteca e ho voluto prenderlo per curiosità, voglio lasciarvi qui sotto una citazione dell’autrice sul suo libro.

«Il senso di questo libro non è convincervi delle mie idee, ma mostrarvi tutto quello che ho imparato di questo mondo e perché credo, oggi, di operare scelte più consapevoli di un tempo. Spero che possa accadere anche a voi. Buona lettura.»

Beatrice Mautino

Dopo aver letto questo libro posso dire che è scritto veramente benissimo e in modo comprensibile a tutti, nel libro ci sono molte interviste raccontate molto bene e anche dei riferimenti storici su come nascono le materie prime o i colori. Personalmente sono rimasta stupita da alcune parti del libro perché molte cose non le conoscevo. Adesso posso dire di aver arricchito il mio bagaglio di conoscenza di un mondo che mi piace tantissimo.

Se anche tu sei curioso di conoscere un po’ di più il mondo della cosmetica come me ti consiglio di leggere questo libro.

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Esperimenti truccosi

Esperimento Truccoso: come realizzare una crema colorata

Benvenuto,
In questo post vorrei raccontarti un esperimento che io e mia sorella abbiamo fatto per realizzare una crema colorata

OCCORRENTE

  • Una Crema viso (adatta alla vostra pelle)
  • Un fondotinta in polvere (potete anche utilizzare un fondotinta liquido)
  • Un contenitore vuoto
  • Un pezzo di carta forno
  • un bastoncino
  • Una palettina usa e getta

PROCEDIMENTO
Prendi li contenitore vuoto e inserisci la tua crema viso, successivamente polverizza (se è in piovere compatta altrimenti se liquido 3/4 gocce, dipende dalla quantità della crema) il tuo fondotinta e uniscilo alla crema nel contenitore e poi agita il tutto per uniformare il composto. In questo hai ottenuto la tua crema colorata senza doverla acquistare.

Ti lascio qui sotto il video del nostro esperimento

VIDEO : Esperimento Truccoso: come realizzare una crema colorata

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici. Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza

Pubblicato in: Esperimenti truccosi

Esperimento Truccoso da saponetta a sapone

Benvenuto,In questo post vorrei raccontarti un esperimento che io e mia sorella abbiamo fatto per riciclare una saponetta che non usa

OCCORRENTE

 – UNA SAPONETTA IN SCAGLIE

– UNA CIOTOLA

– UN BASTONCINO O CUCCHIAINO

– ACQUA CALDA Q.B.

– FRULLATORE A IMMERSIONE

-SAPONE LIQUIDO Q.B

 – CONTENITORI VUOTI

PROCEDIMENTO                                                                                                                       Grattugia la saponetta in scaglie, poni le scaglie in una ciotola, aggiungi acqua calda e lascia riposare il tutto per una notte. Poi il giorno dopo riprendi la ciotola e frulla il tutto con il frullatore ad immersione, aggiungi del sapone liquido Q.B. e continua a frullare fino a quando non ottieni la consistenza desiderata. Infine poni il composto in un contenitore                                                                                                                          

Ti lascio qui sotto il video del nostro esperimento

VIDEO : Esperimento Truccoso da saponetta a sapone

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo con i tuoi amici.

Tornata presto a trovarmi!!!

                                                                                                  Marikuzza